Carta per la Qualità

La Carta per la Qualità è uno degli elaborati gestionali del Piano Regolatore Generale del Comune di Roma, approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n. 18 del 12 febbraio 2008 e divenuto vigente con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 14 marzo 2008. È costituita da 34 fogli in scala 1:10.000 (Elaborato G1) e dalla “Guida per la Qualità degli interventi” (elaborato G2).

È possibile consultare gli elaborati al link www.urbanistica.comune.roma.it

È altresì possibile interrogare ed acquisire le informazioni sul territorio e sul censimento degli elementi in Carta per la Qualità nel Geoportale di Roma Capitale, accedendo al servizio di Nuova Infrastruttura Cartografica (NIC) al link www.comune.roma.it

NORMATIVA E CIRCOLARI DI RIFERIMENTO PER INTERVENTI SU ELEMENTI INDIVIDUATI IN CARTA PER LA QUALITÀ

- Articolo 16 delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale

- Circolari del Sovrintendente Capitolino

- Protocollo d’Intesa tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Comune di Roma (QI/57701 dell’8 settembre 2009)

RICHIESTA DI PARERE PREVENTIVO - CHIARIMENTI

Per interventi su elementi individuati in Carta per la Qualità e non tutelati per legge, si schematizzano le seguenti casistiche:

  1. INTERVENTI INTERNI:
    1. negli elementi individuati nell’elaborato G1 tra le “Morfologie degli impianti urbani”, art. 16 comma 1 lettera a) delle N.T.A., compresi quelli in sito UNESCO, gli interventi interni (anche in sanatoria) non sono soggetti all’acquisizione del parere preventivo della Sovrintendenza Capitolina;
    2. negli elementi individuati nell’elaborato G1, art. 16 comma 1 lettera c), d), e) delle N.T.A, compresi quelli in sito UNESCO, gli interventi interni (anche in sanatoria) sono soggetti all’acquisizione del parere preventivo della Sovrintendenza Capitolina.
  2. INTERVENTI ESTERNI:
    1. negli elementi individuati nell’elaborato G1 tra le “Morfologie degli impianti urbani”, art. 16 comma 1 lettera a) delle N.T.A, gli interventi esterni (anche in sanatoria) sono soggetti all’acquisizione del parere preventivo della Sovrintendenza Capitolina con l’esclusione di quelli in sito UNESCO;
    2. negli elementi individuati nell’elaborato G1, art. 16 comma 1 lettere c), d), e) delle N.T.A, gli interventi esterni (anche in sanatoria) sono soggetti all’acquisizione del parere preventivo della Sovrintendenza Capitolina, compresi quelli in sito UNESCO.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE DI PARERE

Interventi subordinati a A.E.L.

Per A.E.L., la presentazione dell’istanza di parere deve essere effettuata dal soggetto attuatore prima dell’inizio dei lavori e trasmessa esclusivamente tramite PEC all'indirizzo: protocollo.sovrintendenza@pec.comune.roma.it

Interventi subordinati a C.I.L.A.

Per C.I.L.A., la presentazione dell’istanza di parere deve essere effettuata dal soggetto attuatore esclusivamente mediante S.U.E.T.

Interventi subordinati a S.C.I.A. e S.C.I.A. in alternativa al Permesso di Costruire

Per S.C.I.A. e S.C.I.A. in alternativa al Permesso di Costruire (D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e s.m.i.) le istanze di parere o eventuali integrazioni devono essere trasmesse dal soggetto attuatore esclusivamente tramite PEC all'indirizzo: protocollo.sovrintendenza@pec.comune.roma.it

Interventi subordinati a Permesso di Costruire

Per i P.d.C. l’istanza di parere è trasmessa alla Sovrintendenza Capitolina esclusivamente a cura del responsabile del procedimento dell’ufficio procedente (Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica – U.O. Permessi di Costruire oppure Municipio) e resa direttamente dalla Sovrintendenza Capitolina, sempre in via esclusiva, all’ufficio stesso per gli adempimenti di competenza.

L’istanza di parere dovrà essere corredata dai seguenti elaborati:

  • modello editabile compilato in ogni sua parte;
  • relazione asseverata del tecnico abilitato (anche con eventuali allegati comprovanti quanto dichiarato con particolare riferimento alla legittimità delle preesistenze);
  • documentazione fotografica;
  • relazione storico-critica;
  • foto-inserimenti o render;
  • grafici di progetto a colori impaginati in un unico layout (ante, inter e post-operam) contenenti anche localizzazione cartografica dell’immobile interessato dal progetto e planimetria catastale. Per le istanze di parere inviate tramite PEC, gli elaborati allegati dovranno essere firmati digitalmente in formato “.p7m”.

MODALITÀ DI PAGAMENTO DEI DIRITTI DI ISTRUTTORIA

La tariffa per diritti di istruttoria ammonta a 20,00 euro.

Il Servizio Riscossione Reversali permette ai Cittadini ed alle Imprese di identificarsi sul Portale e creare, stampare e pagare sul Nodo nazionale PagoPA  una reversale configurata sulla base della Delibera annuale delle Tariffe per i Servizi a Domanda Individuale di Roma Capitale.

Per pagare tramite il Nodo PagoPA è obbligatorio essere in possesso dell’Identificativo Univoco di Versamento (IUV), presente sulla lettera o sull’avviso allegati al bollettino. Pertanto, una volta in possesso dello I.U.V. si potrà procedere al pagamento con le seguenti modalità:

  • direttamente on line, anche utenti non identificati cliccando “Paga”, con carta di credito o addebito in conto;
  • direttamente on line sul proprio home banking attraverso il servizio “CBill” se attivato dall’Istituto di credito di cui si è correntisti;
  • stampando l’avviso allegato al plico;
  • presso gli uffici postali con il bollettino premarcato allegato al plico ovvero, in caso di smarrimento o deterioramento dello stesso è possibile effettuare il versamento utilizzando il bollettino bianco PA inserendo i seguenti dati: A. Codice fiscale Ente (02438750586), B. Codice fiscale Contribuente; C. I.U.V. (Identificativo Univoco di Versamento); D. Importo; E. numero di conto corrente (c/c 20046033);
  • presso tutti i Prestatori di Servizio di Pagamenti attestati su “Pago” (quali Sisal Lottomatica Banche PA, grande Distribuzione, elenco completo su www.agid.gov.it), utilizzando il lato sinistro dell’avviso. Il nuovo conto corrente sul quale versare è il n. 20046033 intestato a Roma Capitale Risorse Economiche Portale pagamenti on-line. Su questo conto – attualmente - non è possibile eseguire bonifici Sepa e pagare con bollettini di conto corrente bianchi diversi da quelli PA.

ACQUISIZIONE DEI PARERI

I pareri espressi verranno trasmessi al soggetto richiedente:

  • tramite posta elettronica certificata, con allegato firmato digitalmente, per le istanze inviate con PEC;
  • tramite piattaforma S.U.E.T. per le istanze inviate con S.U.E.T.

N.B. Ove nel corso dell’istruttoria, la Sovrintendenza Capitolina richieda eventuali integrazioni in merito all’istanza presentata, le stesse dovranno pervenire entro il termine di 30 giorni dal ricevimento della comunicazione. Qualora le integrazioni dovessero pervenire oltre il termine indicato o le stesse non dovessero essere conformi alla richiesta, l’istanza si intenderà archiviata.

PRENOTAZIONE APPUNTAMENTO

Il servizio di prenotazione appuntamenti è attualmente sospeso sino al termine del periodo di emergenza legato al coronavirus ed è sostituito dalla possibilità di appuntamento telefonico. Pertanto, si invitano gli interessati a fornire recapito telefonico ed oggetto della richiesta di informazione inviando mail ai funzionari tecnici:

Municipi 1-9-10-11-13-14 maddalena.capobianco@comune.roma.it
Municipi 5-7-8 rosa.batani@comune.roma.it
Municipi 4-6-12-15 emanuele.ciferri@comune.roma.it
Municipi 2-3 imola.mazzocco@comune.roma.it

Per informazioni relative all’iter dell’istanza, qualora siano decorsi infruttuosamente i 60 giorni dalla richiesta o per sopraggiunte e motivate urgenze, si può inviare una mail a: ilaria.flora@comune.roma.it

Documenti Scaricabili